Si riporta un elenco, probabilmente non esaustivo,  dei terremoti più distruttivi verificatesi in Sicilia e Calabria, intendendo per “più distruttivi” quelli che hanno provocato le maggiori vittime e comunque superiori al VI^ grado della scala Richter o del VII^ grado Mercalli.

Lo scopo di questo elenco è quello di rinverdire la memoria sui disastrosi terremoti  fautori di distruzioni e morte. I “Terremoti” sono  vissuti con spavento per un  circoscritto lasso di tempo, per poi passare rapidamente nel dimenticatoio e così spesso, anche se da tempo esistono normative molto precise,  non di rado accade che  si interviene o si costruisce con imperizia, pensando più a contenerne i costi che alla sicurezza

Per quanto riguarda l’elenco sotto riportato, è da precisare che il primo terremoto che fu registrato con strumentazione (sismografo) fu quello che si verificò a San Francisco con magnitudo 8.3 nel 1906. Da allora i sismografi entrarono nell’uso corrente. La domanda sarebbe come si fa a stabilire per i terremoti antecedenti avvenuti anche in epoche remote il loro grado di scala Mercalli o Richrter? Si fa riferimento alle cronistorie di questi terremoti riportate dai cronisti dell’epoca, famosa è quella lasciata da Plinio il Giovane per il terremoto che distrusse nel  79 d.C. Pompei ed Ercolano. Dalla